…L’importanza di essere Vittorio…

Mio Caro Nonno, Una violenta pioggia saluta il mio ultimo giorno lontano. Infonde pace e silenzio, ma non cerco simbolismi. Caro Nonno, torno per il nostro santo e poi via per compleanni, messe ed aniversari vari. La scommessa e’vinta, il banco e’saltato, la pioggia continua.Grazie per il tuo sostegno, grazie per la tua eredita’, grazie per i tuoi racconti di … Continua a leggere

…Do you remember me…?

Mio caro Willy Fog, i vietnamiti ad ogni domanda rispondono con un’altra domanda. A tratti appaiono indecifrabili, a tratti infantili nella loro apertura all’occidente. Non si vendono, non si piegano, non si prostano comunque. Duri a morire. Le guerre e le divisioni segnano come il sole nella baia di Halong. Il passaggio dal nord della Thailandia, in compagnia del mangiagatti … Continua a leggere

…The bridge on the River Kwai…

 Mio caro Willy Fog,amo le stazioni in generale. Se poi sono nella giungla, in un posto noto solo per le strategie militari, sento che potrei attendere il prossimo treno. In fondo, narrare e' resistere e i Thailandesi non rifiutano il contatto di sguardi in una stazione dimenticata. La natura li protegge. Il fiume Kwai fa parte della storia del cinema … Continua a leggere

…Autopsia…

Caro Willy Fog, avrei molto da raccontare se penso agli ultimi spostamenti, ma a questo punto, stazioni, aeroporti e banchine hanno poca fantasia. In pochi giorni ho salutato Bali con un arrivederci, fatto il sacco presto, ho tagliato la Malaysia su binario unico con posto letto in alto. Thailand poi, tuk tuk fuori rotta, bus, tuk tuk, bus, ferry e … Continua a leggere

…L’estate paziente…

Mio Caro Willy Fog, Ilse, la ragazza olandese, condisce il suo inglese perbenista e benpensante con Sort of, a bit  of, I have no clue (una sorta di, un po' di, non ho idea…) disegnando le virgolette con le dita delle due mani ad ogni occasione. E' piu' ripetitiva del Mi goren (riso fritto) o Nasi goren (noodles fritti) nei … Continua a leggere

…Settin’on the dock of the bay…

Mio Caro Willy Fog,il mio febbrone subequatoriale e' durato un solo giorno. Nella prima settimana a Bali sembra una costantecome il visto nel passaporto o gli odori di incenso. Non se puo' fare a meno. Messe da parte le formalita' burocratiche il resto e' bello peso come dicono i miei nuovi amici livornesi di Rosignano. Dalla realta' del territorio del … Continua a leggere